martedì 23 luglio 2013

Disposizione degli invitati...per una festa davvero conviviale


Eccoci alle porte dell’estate, finalmente.Alcuni di voi sono già in viaggio di nozze, altri si godono già la nuova casetta e il relax post festeggiamenti, altri son incollati al meteo per controllare che nuvole nere non rovinino tutto ciò che si è preparato e progettato per mesi e mesi.
Insomma, si freme! Ma molti di noi hanno ancora l’estate davanti per terminare i preparativi! Allora cosa abbiamo già fatto?
Inviti fatto, abito fatto, location fatto, accessori anche…ma ci sono tanti piccoli particolari ancora da definire…e soprattutto…come dispongo i miei ospiti?

Ecco qualche consiglio: scegliete i tavoli tondi o i tavoli imperiali in funzione dello spazio a disposizione e di cosa volete mettere in evidenza di questo spazio. Può essere un panorama, un opera d’arte oppure una luce particolare.
I tavoli tondi occupano più spazio, mentre i tavoli imperiali o a ferro di cavallo generalmente consentono di risparmiare spazio oppure di svolgere un ricevimento più raccolto.
Gli sposi dovrebbero essere visibili da tutti, quindi in una posizione preferibilmente centrale, con i genitori e i testimoni.

E gli altri invitati?
Studiare una corretta disposizione per i nostri cari è fondamentale per fare in modo che trascorrano una piacevole giornata. L’assegnazione dei posti, per quanto possa sembrare antipatica e eccessivamente formale, è necessaria per semplificare il momento di prendere posto a tavola.
Se il ricevimento ha un numero limitato di persone potremo utilizzare semplici segnaposto su cui sarà segnato il nome dell’invitato senza cognome né titolo.
Se invece il ricevimento conta molti invitati, il posto di ciascuno sarà indicato nel tableau mariage posto all’ingresso della sala, oppure un addetto (potrà essere il vostro wedding planner) consegnerà a ciascuno un bigliettino con il proprio nome, all’interno del quale sarà scritto il nome del tavolo a cui dovrà prendere posto.
In generale il tavolo imperiale o reale (quadrato) o a ferro di cavallo è preferibile nei casi in cui abbiamo non troppi invitati, in caso contrario saranno preferibili tavoli separati, tonfi o rettangolari, disposti a margherita o a spina di pesce. L’importante è che tutti si trovino a loro agio e che lo spazio tra un tavolo e l’altro non sia troppo angusto, sia per far passare i camerieri, sia per alzarsi e recarsi al buffet.


tavoli tonfi con gli sposi in un piccolo tavolo da soli: ricordatevi che dovrete poter vedere tutti!

una variante dei tavoli tondi: i tavoli quadrati, per un ricevimento moderno

i tavoli a spina di pesce,adatti quando ci sono molti invitati e non volete rinunciare a vederli tutti
 
tavoli imperiali: per pochi invitati intimi


i tavoli tondi si adattano bene a tutti gli spazi, anche stretti e lunghi

Ecco qualche regola di buonsenso per disporre i vostri invitati.
I parenti più anziani dovrebbero stare più vicini agli sposi o al tavolo d’onore.

I tavoli dovranno avere preferibilmente 6-8 commensali, anche in numero dispari, ma mai più di dieci commensali per favorire la comunicazione.
Le coppie non dovrebbero mai essere divise, ma dovrebbe essere rispettata l’alternanza uomo donna
I single potrebbero essere collocati al medesimo tavolo, se compatibili fra loro per età e interessi.

...e poi ci siete voi!...auguri!
I bambini dovrebbero avere possibilmente un tavolo loro in uno spazio attiguo a quello degli adulti in modo che possano divertirsi fra loro, ma sotto la supervisione di qualcuno.

Infine…voi conoscete i vostri amici…sono lì con voi per festeggiare e sapranno creare un clima gioioso, ma non costringeteli a stare a tavola oltre le due ore!

Buona festa a tutti!


 

Nessun commento:

Posta un commento